Io sono quella che non sa fumare.

Io non so fumare. Mi piace il sapore del fumo che si intreccia con i tessuti, sa di immagine lontana di qualcosa che non può tornare. Sa di labbra che pungono al dolore di barba, recisa come i fili di un mischiarsi che ora sa solo di ossa decomposte, di avanzi che stai spingendo giù nel sacchetto dell’umido con la forchetta. Invece finisce che con quella forchetta resti arpionata e poco a poco smagli la calza corazzata del tuo “ce la posso fare”.
Io sono quella de “L’amore é una voragine travestita da pozzanghera, ci saltelli spensierata dentro e poi finisce che ti vengono a recuperare i sommozzatori.” Eppure una volta la persona giusta l’ho trovata: avevo 11 anni e stavo giocando a “Indovina chi”.
Io sono quella del crederci sempre, arrendersi mai , porca troia a volte. Guardandomi intorno, non ci trovo nulla di naturale in questa selezione. Darwin, abbiamo un problema: a quelli che “amo circondarmi di persone intelligenti”, vorrei dire “grazie per averci lasciato in giro solo coglioni”. Io sono quella che inciampa di continuo in individui convinti di essere interessati a me, alcuni sono persone, altre direzioni, spesso opposte alla mia. Ancora non capisco com’è che incontriamo sempre gente senza cuore, senza cervello o senza coraggio? Cazzo siamo, Dorothy?!
Incespico in gente in grado di una sola cosa: evocare in me l’immagine dell’anguria: mi piace, ma ci son tanti piccoli scassamenti di cazzo che sommati fan si che io scelga altro.
Il mio metodo anticoncezionale preferito? La virgola, seguite il mio ragionamento:
- Io non faccio sesso sicuro.
- Io non faccio sesso, sicuro.
Ecco, lo vedete che la virgola è un ottimo rimedio contro le malattie veneree?
Ho sempre pensato che il pandemonio fosse un panda cattivo, mi sbagliavo, il pandemonio è quello che si trova nella mia testa, irrequietudine allo stato puro.
Stato sentimentale: 50esimo giorno di dieta. – 8 chili, -10 cm qui e lí, 0 carboidrati, 0 alcolici, la misantropia che scorre nel sangue. Lor signori capiranno che si fa necessario “un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile.” Come hobby colleziono consigli di vita e su regimi alimentari non richiesti che non fanno altro che alimentare le batterie del mio fottesega luminoso.
Le feste sono in avvicinamento, l’anno scorso sono sopravvissuta ad una non fine del mondo, ad un Natale e al Capodanno, mi sono sentita immortale. Quest’anno, invece di scrivere una lettera a Babbo Natale, ho scritto una lettera ai Corinzi, attendo una loro risposta con la stessa rassegnazione della carta igienica lì appesa al rotolo, un attimo prima che un lembo ne venga strappato. Intanto, per rimanere tonica nelle settimane dell’Avvento eseguirò genuflessioni su una mano sola.
Ah, a proposito, se mi cerchi, a Natale, mi troverai nel presepe vivente. Sarò il muschio.
Buon Natale.

fab_drugo

5 thoughts on “Io sono quella che non sa fumare.

  1. Diego

    Grande. :)

  2. stefo

    Fabiana: premio pulitzer subito

  3. sarah

    tiamo!

  4. Paololibra

    Sai che a leggerti mi è venuto in mente che io (che adoro l’anguria) è un sacco che non ne mangio? E nel leggerti mi sono chiesto cosa REALMENTE mi piacesse dell’anguria..e stranamente mi è uscito che il vero gusto dell’anguria sono i semini. Cioè, intendiamoci, non è che mi mangio i semini e butto la polpa, è che il vero DIVERTENTE dell’anguria sono i momenti di imbarazzo di quando non sai dove sputarli quei cazzo di semini che sei al ristorante e lei ti sta parlando seria seria di teatro (mai che gli alieni ti rapiscano al momento giusto, eh..), i contest con gli amici a-chi-lo-sputa-più-lontano (pallido fantasma di ben altre adolescenziali sfide peraltro), i momenti sovrappensiero in cui in solitudine li sputi mirando a bersagli immaginari o torni bambino tenendoli in bocca e sputandoli tutti insieme facendo il mitragliatore..insomma alla fin fine togli all’anguria i suoi semini e chetti resta? una fettazza di acqua dolcina e zuccherosa che dai e dai dopo un pò per quanto rotondina-dolcina-zuccherina, ti ha già stufato. No, non sono d’accordo con te, adoro l’anguria QUINDI viva i semini che sono il suo vero dolce..

  5. admin

    Sto attentamente rivalutando il gusto che puó darmi l’anguria, con tutti i suoi semini. Hai ragione Paolo, il gusto é anche quello. Scartarli con creativitá, addentarli per sbaglio. L’anguria é estate, é l’anguria é sfida. Io aspetto la mia estate con la fettona d’anguria giusta, tutta per me.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>